Cross-Medialità: tra documentario e videoarte

"Letter from an imaginary man", Matilde De Feo, 40'

"Letter from an imaginary man" è un progetto multimediale sull'amore e sulle lettere d'amore. Documenta un'operazione di raccolta e ricerca, partita nel 2012, da parte di soggetti volontari disposti a leggere la propria lettera e raccontare in video la propria storia. Ogni soggetto è stato incontrato singolarmente, in uno scenario unico. Tutti gli incontri possiedono una forte connotazione concettuale e video-performativa.  È tutto un gioco: mescolare la finzione alla realtà, la letteratura con la vita, sottolineando la linea illusoria dell'amore, l'impossibilità di amare senza immaginare.

"Tomba del tuffatore", Yan Cheng, Federico Francioni, 30'

n uomo cade nel nulla. In un museo del XXI secolo, sul coperchio di un'antica tomba greca, il tuffatore viene colto nell'atto estremo, sospeso, del volo. Nella sua caduta, il tuffatore ci guida in un viaggio in cui il tempo è indistinto: uomini e donne vagano in un paradiso artificiale in cui le rovine del passato affiorano, tra spettacoli ed eventi inattesi.

"Baldo Diodato. Opere 1965-2015", 5'

La lunga carriera artistica di Baldo Diodato è stata celebrata nella primavera 2016 con una mostra antologica a cura di Achille Bonito Oliva alla Galleria nazionale di arte moderna di Roma. Il cortometraggio racconta i contenuti della mostra, tra immagini delle opere e testimonianze. Diodato è tra l'altro il primo autore del premio K di MoliseCinema.

Data: 
Martedì, 2 Agosto, 2016 - 11:00 to Domenica, 7 Agosto, 2016 - 23:30

Edizione festival: